La situazione nel nostro paese ormai la conosciamo, purtroppo le restrizioni imposte dal Governo necessarie a combattere la pandemia Covid-19 non hanno reso possibile l'apertura della stagione sciistica in Italia, ma cosa sta succedendo negli altri paesi Europei?

Purtroppo la terza ondata di contagi del virus è arrivata in tutti gli Stati e questo ha influito sulle misure di sicurezza messe in atto da tutte le amministrazioni. Se inizialmente si è cercato di allentare un po' le restrizioni, dopo poco praticamente tutti i paesi hanno dovuto arrendersi all'idea di una Pasqua con i movimenti ancora limitati. La raccomandazione comune è dunque quella di evitare gli spostamenti non necessari tra i vari paesi e all'interno dei paesi stessi.

La Francia e la Germania "a braccetto" con l'Italia non hanno mai permesso l'apertura degli impianti sciistici, ma se inizialmente si prevedeva una possibilità di spostamento verso le località turistiche montane in occasione delle festività Pasquali, purtroppo in tutti e tre i paesi si è dovuto fare "retromarcia".

La Spagna, in controtendenza, nonostante la situazione sanitaria non sia migliore rispetto agli altri paesi, ha mantenuto aperte alcune stazioni sciistiche nei Pirenei così come la Sierra Nevada a Granada ed ha messo in atto un programma che prevede un graduale allentamento dei divieti.

L'Austria e la Svizzera durante tutta la stagione invernale hanno mantenuto aperte alcune stazioni sciistiche seppur con delle precise regole e limitazioni ed in questo momento, anche se i programmi erano di iniziare ad allentare gradualmente le restrizioni, hanno invece deciso di prorogare ancora per il periodo Pasquale le regole anti Covid con la speranza di limitare al minino i danni della terza ondata.

Anche in Scandinavia, nonostante resti "l'isola felice" europea dello sci, i contagi stanno salendo e di pari passo sale anche la preoccupazione anche in vista dell'aumento previsto di spostamenti dovuto alle vacanze di Pasqua, i tre Stati quindi stanno cercando di regolare gli ingressi e aumentare le misure di contenimento.
Ma le stazioni sciistiche in Finlandia, Norvegia e Svezia rimangono comunque aperte.

Spostandoci verso l'Europa orientale invece in Polonia le stazioni sciistiche sono state chiuse mentre in Bulgaria la località di Bansko rimarrà aperta fino all'11 aprile.


DOVE SCIARE IN EUROPA A PASQUA?

 

L'imminente arrivo della primavera e l'inizio della campagna di vaccinazione fanno però ben sperare. Il nostro augurio è che, come l'anno scorso, la montagna d'estate possa prendersi la sua rivincita ed ospitare tutti i turisti e gli appassionati che non hanno potuto godersela durante l'inverno.