L'Alta Badia è stata tra le prime località a mettere nero su bianco che la stagione invernale 2020/2021 non partirà. Ma è anche tra le prime a guardare con fiducia al futuro e pensare a come aumentare il numero di visitatori della stagione estiva 2020 che, considerato il periodo, è stato comunque alto.
 
"Sono mesi che aspettiamo il momento per condividere di nuovo con voi le nostre care montagne" si legge in un comunicato "ci abbiamo creduto fino alla fine, ma dovremo rimandare questo sogno all’anno prossimo. Data la situazione di enorme incertezza e per garantire la prevenzione e la sicurezza, a malincuore gli impianti di risalita in Alta Badia questa stagione invernale non apriranno i battenti. Siamo fiduciosi che presto le cose andranno meglio e siamo già al lavoro per essere pronti quest’estate, per accogliere voi, nostri cari ospiti e amici, e contemplare insieme le nostre Dolomiti in tutto il loro splendore".
 
L'abbiamo ribadito più volte, la montagna offre spazi ampi, aria pulita e facilità di "distanziamento", queste sono caratteristiche che molte persone hanno iniziato ad apprezzare in questo ultimo anno ma che gli amanti delle due ruote considerano fondamentali da sempre.

L'Alta Badia, situata nel cuore delle Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO, si è guadagnata negli ultimi anni la reputazione di località molto adatta anche al ciclista più esigente, la sua posizione strategica per numerosi bike tour sui passi dolomitici (direttamente in bici, si possono scalare, infatti, vere icone, come il Pordoi, il Fedaia, il Giau oppure raggiungere addirittura le Tre Cime di Lavaredo) e la sua offerta trasversale dedicata a tutti i livelli, dal ciclista professionista a quello esordiente sono stati i suoi punti di forza.
 
Il bel progetto studiato per l'estate 2021 prende il nome di "Bike Friendly": molte realtà del territorio che con una serie di offerte e servizi fanno sentire i ciclisti che arriveranno in Alta Badia veramente "coccolati": gli uffici turistici sono preparati ad illustrare e mettere a disposizione mappe con i percorsi consigliati e si potranno organizzare escursioni guidate giornaliere con il contributo di guide locali specializzate.
Sono inoltre state stipulate numerose convenzioni con negozi di noleggio bici, vendita ricambi e abbigliamento, esercizi ricettivi, ristoranti e rifugi; le strutture alberghiere invece che si sono guadagnate la qualifica di "Bike Expert" e " Bike Friendly" garantiranno un servizio completo relativamente a tutto quanto necessita al ciclista: deposito con possibilità di lavare e riparare le bici, cavalletti porta bici, cassetta specifica di attrezzi per le bici, lavanderia, ricca colazione equilibrata e piatto freddo o torte al pomeriggio al rientro dalle escursioni. 
Ultima attenzione riservata ai ciclisti, ma non meno scontata e importante: gli impianti di risalita trasportano le bici gratuitamente e senza supplementi.

Per i meno allenati ci sarà ugualmente la possibilità di godere dei magnifici paesaggi della zona su due ruote senza fare troppa fatica ed essendo "green". Grazie al progetto di E-Bike sharing si potrà ritirare o consegnare le bici presso le stazioni a monte degli impianti di risalita Col Alto, Piz La Ila e Piz Sorega e raggiungere i punti più panoramici della zona ed i tre parchi all’interno dell’Area Movimënt a 2000m; non preoccupatevi.. le bici sono elettriche e grazie alla pedalata assistita tutti potranno raggiungere i punti più alti agevolmente.

Non mancheranno infine i consueti eventi che come ogni anno promettono parecchie emozioni, comunque nel rispetto delle norme anti-Covid19.
 
La Maratona Dles Dolomites-Enel è programmata per domenica 4 luglio 2021. 
 
Tenutasi per la prima volta nel 1987, la regina delle "granfondo" raduna ogni anno 9.000 ciclisti e raccoglie ogni anno 30.000 richieste di partecipazione da tutto il mondo. L'edizione dello scorso anno avrebbe dovuto aver luogo il 5 luglio 2020 con il tema "Ert", arte il ladino ma è stata purtroppo annullata a causa della pandemia, ma il tema è rimasto lo stesso anche per questa edizione ed è stato lanciato un contest artistico per decidere l'immagine da raffigurare sulle t-shirt dell'edizione 2022.
Anche i protagonisti incontrastati di questa edizione non cambiano e saranno, come al solito, i Passi Dolomitici: Campolongo, Sella, Pordoi, Gardena, Giau, Falzarego e Valparola. 
 
Altri due eventi molto attesi sono: il Dolomites Bike Day che si terrà sabato 19 giugno 2021 ed il Sellaronda Bike Day che si svolgerà domenica 27 giugno e sarà replicato sabato 18 settembre 2021. 
Questi eventi ciclistici, a differenza della Maratona Dles Dolomites, sono aperti a tutti, senza iscrizione e non sono competitivi; questo non toglie loro fascino in quanto i percorsi si snodano sullo stesso tracciato della Maratona e su altri famosi percorsi della zona che per l'occasione saranno chiusi al traffico motorizzato.
 
Appassionati delle due ruote.. l'Alta Badia vi aspetta a braccia aperte!