Dall'inizio di marzo il Gruppo Oberalp (attraverso i suoi marchi Salewa, Dynafit, Wild Country, Evolv e Pomoca) ha contribuito a gestire la crisi COVID-19 attraverso diversi programmi di solidarietà, che stanno dando i loro frutti.

 

50.000 maschere e 800 abiti prodotti ogni settimana

"Non ci sottraiamo mai alle nostre responsabilità, non solo nei confronti dei nostri dipendenti e dei consumatori, ma anche della società in cui viviamo e lavoriamo", spiega Heiner Oberrauch, Presidente del Gruppo Salewa-Oberalp.
"In tutta Italia, così come nella regione della nostra sede centrale di Bolzano, e ora anche tra i nostri vicini europei, c'è un senso di urgenza. Si traduce in una crudele mancanza di dispositivi medici di protezione per il personale che si occupa dei pazienti affetti da VIDOC-19. Per rispondere rapidamente alle esigenze del Servizio Sanitario dell'Alto Adige, abbiamo iniziato, all'inizio di marzo, a produrre maschere e camici idrorepellenti nella nostra filiale di Montebelluna, riutilizzando gli scarti di materiale proveniente dai nostri stabilimenti".


La produzione settimanale di 50.000 maschere in cotone poliestere e 800 camici in Gore-Tex® e PowerTex®, materiali tecnici normalmente utilizzati per le giacche da alpinismo, ha già permesso alle strutture sanitarie dell'Alto Adige di superare un'urgente mancanza di materiale che si verificata ad inizio pandemia, il mese scorso. Allo stesso tempo, grazie al partner di licenza Salewa con sede a Xiamen, Cina, il Gruppo Salewa-Oberalp ha potuto ordinare 600.000 camici e 16,5 milioni di camici chirurgici e maschere FFP2 che sono stati importati in Europa il 13 marzo.

In stretta collaborazione con le autorità sanitarie e la Protezione Civile, sono state attivate ulteriori rotte di trasporto aereo per consentire la consegna di questo gigantesco carico. Il materiale è stato trasportato dalla Cina a Vienna grazie ad una collaborazione unica con Austrian Airlines e il governo austriaco. Una prima consegna è arrivata in Austria il 23 marzo e una seconda il 4 aprile in Germania.

A seguito di un'azione straordinaria, due Boeing 777 sono stati noleggiati per il trasporto delle merci e tutti i sedili della cabina passeggeri sono stati ricoperti di cartone. In questo modo, la Provincia Autonoma di Bolzano e la Protezione Civile italiana hanno già potuto ricevere questo equipaggiamento sanitario di cui c'è urgente bisogno, che contribuisce a salvare vite umane, nel modo più rapido possibile. La Protezione Civile Italiana è riuscita anche a noleggiare un aereo cargo Antonov AN123 in grado di trasportare oltre 1.000 metri cubi di carico.

"Il know-how dei nostri marchi Salewa, Dynafit, Evolv, Pomoca e Wild Country nella produzione di abbigliamento sportivo per la montagna, la nostra organizzazione logistica, la nostra rete di collegamenti internazionali e la nostra capacità di agire rapidamente ci hanno permesso di dare un contributo attivo per affrontare l'emergenza", spiega Christoph Engl, CEO del Gruppo Salewa-Oberalp.

L'impegno del Gruppo Salewa-Oberalp è costante dall'inizio di marzo e lo sarà anche per i giorni e le settimane a venire. Gli aerei di linea forniti da Austrian Airlines sono stati convertiti in aerei da carico, in modo che questo prezioso equipaggiamento medico possa essere trasportato in Italia e in Europa per tutto il tempo necessario. Ciò consentirà di trasportare i tanto necessari dispositivi di protezione alle istituzioni pubbliche e sanitarie.

I nostri complimenti a Salewa-Oberalp e a tutte le aziende (legate allo sci - ma non solo) che hanno saputo convertire le loro produzioni per aiutare ospedali e personale sanitario a lavorare in sicurezza, per il bene di tutti noi.