Italiano

Con una mascherina, è di nuovo possibile sciare nella Repubblica Ceca

17º aprile 2020 | Patrizia Capossele

Notizie dalle regioni: Repubblica Ceca

Località citate in questo articolo: Praděd - Ovčárna

undefined
Copyright: facebook | ČT24

In Repubblica Ceca si scia nuovamente. Ebbene sì, nel bel mezzo della pandemia, approfittando del progressivo allentamento delle misure di contenimento concesse dal governo ceco, la località di Praděd ha deciso di riaprire le sue piste da sci. Qui gli sciatori, dotati dei dispositivi protettivi, possono quindi rimettere gli sci già dalla scorso weekend...

 

E' possibile sciare "in isolamento" nella località ceca di Praděd

 

Nella Repubblica Ceca, a quasi un mese dall'entrata in vigore delle severe misure di contenimento, il governo sta gradualmente rivedendo le regole sulla distanza sociale. Approfittando di questo ammorbidimento e giocando sull'ambiguità dell'ultimo decreto governativo (soprattutto per quanto riguarda la pratica delle attività sportive all'aperto), gli operatori della località sciistica di Praděd hanno deciso di riaprire parzialmente il loro comprensorio sciistico, a partire da mercoledì 8 aprile 2020.

Come spiega la località sulla sua pagina Facebook, la pratica dello sci è comunque subordinata al rispetto di alcune regole come il mantenimento di una distanza minima di due metri tra gli utenti (sulle piste così come nelle code agli impianti di risalita), l'obbligo di indossare una mascherina protettiva (che copra bocca e naso) e l'uso di guanti.

Anche il numero di sciatori che possono accedere all'area sciistica è limitato in base al numero dei posti auto messi a disposizione. Per sciare "ai tempi del Coravirus" la stazione ha stabilito che il costo dello skipass è di 600 CZK per 4 ore o 700 CZK al giorno (rispettivamente 22 e 26 €uro).

Galleria foto

undefined - © facebook | ČT24
undefined - © facebook | ČT24
undefined - © facebook | Figura - ubytování na Pradědu
undefined - © facebook | ČT24

Vedi tutte

 

Parziale apertura dell'area sciistica nonostante il covid-19

 

L'apertura del comprensorio sciistico di Praděd segue la pubblicazione del un nuovo decreto governativo datato 6 aprile. Quest'ultimo ammorbidisce le condizioni di pratica delle attività all'aperto e rimane comunque soggetto alla buona (o cattiva) interpretazione di ciascuno, come troppo spesso accade con questo tipi di regole straordinarie...

Per questo motivo la riapertura della stazione di Praděd, bel mezzo di una pandemia e un periodo di contenimento ha suscitato reazioni e opposizioni piuttosto forti. La stazione ha giustificato il suo operato attraverso un comunicato stampa, di cui di seguito trovate le le linee principali:

"Secondo l'ultimo decreto governativo, è di nuovo possibile praticare attività all'aperto su campi sportivi naturali e pubblici - alla sola condizione che siano rispettate tutte le istruzioni di sicurezza/protezione relative a Covid-19. A nostro avviso, la pratica dello sci o dello snowboard rientra quindi nell'ambito di questo testo. Per essere chiari, non invitiamo nessuno a percorrere centinaia di chilometri per raggiungere le nostre piste. La nostra riapertura è rivolta soprattutto agli sciatori locali ai quali offriamo di venire a rimettere gli sci per un giorno nel rispetto della normativa vigente. Abbiamo quindi deliberatamente limitato il numero di veicoli che saranno autorizzati ad accedere alla nostra stazione e garantiremo il rigoroso rispetto delle istruzioni di protezione sia sulle piste che sugli impianti di risalita (indossando sempre guanti e maschera + distanza di almeno 2m tra ogni sciatore). In caso di violazione di queste regole, siamo autorizzati ad escludere gli sciatori non cooperativi per garantire la sicurezza del nostro personale e degli altri sciatori".


Che dire? Ognuno può farsi una propria opinione sulla riapertura di questa stazione sciistica, in un contesto come quello che stiamo vivendo da un oltre un mese. Da parte nostra, l'invito è sempre quello di rimanere a casa e non cedere alla tentazione di fare una passeggiata in montagna. Ancor meno di cedere alla tentazione di mettere gli sci.

Solo se restiamo uniti e a casa, per qualche altra settimana, contribuiremo a superare questa pandemia!

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

Ricevi notizie da Skiinfo

Ricevi i bollettini neve, le previsioni meteo e le informazioni delle tue stazioni sciistiche preferite. Inzia qui...