Appassionati di sci e snowboard di tutto il mondo:

siamo orgogliosi di avervi potuto offrire l’accesso gratuito ai nostri bollettini sulla neve, alle guide sui resort e a molto altro ancora e vi siamo molto grati per il tempo che avete dedicato alle nostre letture e per il vostro contributo alla nostra comunità nel corso degli anni.

Purtroppo, dato il mutevole panorama dei media, negli ultimi anni Mountain News Corporation ha registrato forti perdite finanziarie. Con le ulteriori complicazioni economiche causate dalla pandemia di COVID-19 che la nostra attività deve affrontare, non ci è finanziariamente possibile continuare a operare.

Mountain News Corp. e i nostri siti web OnTheSnow e Skiinfo chiuderanno. In caso di eventuali opportunità che possano consentire un’esperienza online coerente o migliorata, prenderemo in esame ogni possibilità di vendita, collaborazione o contribuzione delle nostre risorse a un’altra fonte dei media. Per eventuali domande su Mountain News Corporation, inviate un’e-mail all’indirizzo Feedback_OTS@mountainnews.com.

Desideriamo ringraziare i nostri fedeli dipendenti per l’instancabile lavoro che hanno svolto nel corso degli anni per fornire ottime informazioni a tutti voi. Siamo certi che la nostra passione collettiva per la pratica sportiva dello sci e dello snowboard continuerà a vivere.

Ci auguriamo di incontrarvi molto presto in montagna.

– Mountain News Corporation

Italiano

Il Coronavirus fa terminare in anticipo la stagione sciistica

9º marzo 2020 | Redazione Skiinfo.it

Notizie dalle regioni: Valle d'Aosta, Alto Adige, Lombardia, Piemonte, Trentino, Veneto

undefined

Adesso è ufficiale: il pericolo Coronavirus è arrivato anche in montagna. Proprio nel momento in cui le condizioni neve si stavano risollevando, grazie alle ultime nevicate delle scorse settimane, la situazione sanitaria è precipitata e il ministro Boccia ha deciso per la chiusura totale di tutti gli impianti sciistici italiani

Il ministro Boccia twitta la chiusura ufficiale degli impianti sciistici italiani

Il ministro Boccia twitta la chiusura ufficiale degli impianti sciistici italiani

Proprio le piste da sci nelle ultime ore sono state al centro di una grande polemica. Mentre il Governo emanava le ultime norme restrittive per bloccare il prima possibile ulteriori contagi da Coronavirus, le località sciistiche venivano pree d'assalto e registravano lunghe code agli impianti. L'invasione dei turisti non è passata inosservata, tanto da far scattare subito la chiusura delle piste da sci in diverse Regioni, in osservanza del decreto ministeriale che vieta ovunque gli assembramenti di persone.

Vediamo come si è evoluta la situazione nella giornata di lunedì 9 Marzo...

Valle d'Aosta e Lombardia: piste chiuse fino al 3 Aprile


Inizialmente le stazioni sciistiche che hanno deciso di chiudere gli impianti (almeno fino al 3 Aprile) sono quelle di Valle d'Aosta e Lombardia

Dunque dopo il decreto ministeriale tutte le stazioni sciistiche della "zona rossa", che comprende tutta la Lombardia ed 11 province del Nord Italia, sono chiuse.

Dal 9 Marzo sono chiuse anche tutte le stazioni sciistiche della Valle d'Aosta, la cui Presidenza ha dichiarato:
"A seguito dell’attuale situazione sanitaria e di un confronto con le altre realtà alpine è stata quindi concordata la prossima chiusura degli impianti di risalita, le cui modalità saranno definite in un incontro odierno con i presidenti delle società degli impianti".


Trentino e Alto Adige: impianti chiusi da mercoledì 11 Marzo


Poi l'Ansa ha comunicato che anche Trentino e Alto Adige avevano deciso di chiudere gli impianti per rispettare le norme di sicurezza imposte dal Governo in materia di contagio da Covid-19. 

Ecco la comunicazione ufficiale di Trentino Marketing:
"Coerentemente con le direttive del Governo Italiano, il Trentino ha adottato una serie di misure preventive per arginare la diffusione del Coronavirus. Tra queste la chiusura, a partire dall'11 marzo, di tutti gli impianti di risalita del territorio provinciale. Siamo certi che adottare comportamenti responsabili, ci permetterà di tornare alla normalità nel più breve tempo possibile.".

A parlare per l'Alto Adige è invece il governatore altoatesino Arno Kompatscher
"La giunta provinciale di Bolzano sostiene pienamente la scelta del settore turistico di fermare la stagione sciistica. Si tratta di una scelta responsabile e lodevole".
L'obiettivo è di fermare tutte le attività turistiche in modo da scongiurare ulteriori contagi ed evitare che il Sudtirolo sia dichiarata "zona rossa".

 

Piemonte e Veneto in attesa di decidere il futuro della stagione sciistica 19/20


Si attendevano simili decisioni anche per il Veneto e il Piemonte, dato che alcune delle province di queste regioni sono già state dichiarate "zone rosse". Valeria Ghezzi, la presidente dell'ANEF, l'associazione nazionale esercenti funivie, ha spiegato all'Ansa in moltissime stazioni sciistiche la clientela è calata drasticamente, e in settimana si deciderà se procedere con la chiusura generalizzata di tutti gli impianti.

Intanto in Piemonte sono arrivate le prime comunicazioni di chiusura degli impianti della Vialattea e di Bardonecchia, oltre che San Giacomo di Roburent, che hanno deciso di non aspettare un decreto del Governo, ma di procedere volontariamente allo stop per arginare il contagio da Covid-19.

Poi le notizie dal Veneto: "Il Consorzio Esercenti Impianti a Fune di Cortina d’Ampezzo, Auronzo, Misurina e San Vito comunica la decisione della chiusura degli impianti sciistici, frutto di una scelta di grande rispetto e senso di responsabilità nei confronti degli ospiti della località, di chi vi lavora e di chi la abita tutto l’anno. 
Mercoledì 11 Marzo 2020 sarà l'ultimo giorno per gli impianti delle società Tofana 2021 Srl e Tofana Srl.
Venerdì 13 Marzo chiuderanno gli impianti delle società Averau Srl, Ista Spa, Lagazuoi Spa, Impianti Scoter Srl (San Vito), Auronzo d’Inverno Srl e Misurina Neve Srl. 
Si potrà sciare sugli impianti della società Faloria Spa fino al 13 aprile nell’area del Cristallo, e fino al 3 maggio nell’area del Faloria.


Friuli Venezia Giulia chiusura della stagione sciistica dall'11 Marzo


Anche in Friuli è in seguito arrivata la decisione più saggia. Da mercoledì 11 Marzo tutti i poli sciistici friulani saranno chiusi. L'assessore del Turismo della regione, Sergio Emidio Bini, dice che "la decisione emerge anche dal confronto con le altre regioni e l'Anef (Associazione nazionale esercenti funiviari). Nelle prossime ore seguiranno maggiori dettagli".

 

 

Toscana: polemiche e chiusura degli impianti sull'Abetone e in tutta la regione

Il Coronavirus ha fatto chiudere gli impianti anche in Toscana, ecco quanto deciso da Enrico Rossi, presidente della Regione: "Oggi l’ordinanza per chiudere gli impianti sciistici della Toscana. A l’Abetone in particolare si trovano molti vacanzieri provenienti dalle zone rosse". Decisione arrivata anche in seguito alla polemica scatenata da una campagna (promossa da una società privata) che promuoveva il giornaliero ad un euro per gli studenti dal 9 al 15 Marzo. Iniziativa di cui il Comune non era a conoscenza e che ha prontamente bloccato.

 

 

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità

Ricevi notizie da Skiinfo

Ricevi i bollettini neve, le previsioni meteo e le informazioni delle tue stazioni sciistiche preferite. Inzia qui...

Appassionati di sci e snowboard di tutto il mondo:

siamo orgogliosi di avervi potuto offrire l’accesso gratuito ai nostri bollettini sulla neve, alle guide sui resort e a molto altro ancora e vi siamo molto grati per il tempo che avete dedicato alle nostre letture e per il vostro contributo alla nostra comunità nel corso degli anni.

Purtroppo, dato il mutevole panorama dei media, negli ultimi anni Mountain News Corporation ha registrato forti perdite finanziarie. Con le ulteriori complicazioni economiche causate dalla pandemia di COVID-19 che la nostra attività deve affrontare, non ci è finanziariamente possibile continuare a operare.

Mountain News Corp. e i nostri siti web OnTheSnow e Skiinfo chiuderanno. In caso di eventuali opportunità che possano consentire un’esperienza online coerente o migliorata, prenderemo in esame ogni possibilità di vendita, collaborazione o contribuzione delle nostre risorse a un’altra fonte dei media. Per eventuali domande su Mountain News Corporation, inviate un’e-mail all’indirizzo Feedback_OTS@mountainnews.com.

Desideriamo ringraziare i nostri fedeli dipendenti per l’instancabile lavoro che hanno svolto nel corso degli anni per fornire ottime informazioni a tutti voi. Siamo certi che la nostra passione collettiva per la pratica sportiva dello sci e dello snowboard continuerà a vivere.

Ci auguriamo di incontrarvi molto presto in montagna.

– Mountain News Corporation